“Quando due grandi forze si oppongono la vittoria arride a quella che sa arrendersi per prima”  (Tao Te Ching)

A causa di una società sempre più competitiva, molti di noi sono cresciuti con l’idea che una sana accettazione del momento presente, arrendersi cioè a quanto esso ci presenta senza porre la solita e spesso inutile resistenza, rappresenti una sconfitta da evitare in ogni modo.

Il termine stesso “arrendersi”, scatena una sensazione di sconfitta, di pericolo, di qualcosa da evitare ad ogni costo. “Combattere, lottare, vincere” sono termini molto più diffusi nella cultura occidentale alla quale apparteniamo.

“Se mi arrendo, sono stato sconfitto, sono un perdente e, non ultimo, non essendo stato forte, mi trovo in una situazione di pericolo imminente”, questo è il pensiero ricorrente inviatoci dal nostro Ego. E noi ci crediamo, purtroppo, perchè, vivendo in assenza di consapevolezza, crediamo sempre al nostro Ego ed inoltre, fondamentalmente, noi non vogliamo semplicemente essere felici ma innanzitutto, vogliamo avere ragione.

Allinearsi al momento presente, richiede invece una grande forza spirituale, una grande forza interiore che solo poche persone riescono ad avere, scegliamo di essere una di quelle.

Accettare non è affatto sinonimo di vivere passivamente la propria vita  ma al contrario vuol dire liberare il nostro corpo dalla tensione emotiva e dallo stress che derivano dal “nuotare contro corrente” e, grazie a ciò, risparmiare quelle preziose energie fisiche e nervose che ci permetteranno di trasformare e di cambiare le situazioni che ci stanno provocando sofferenza.

Quindi la resa è tutt’altro che una sconfitta , è anzi una preparazione alla vittoria ma una vittoria diversa,  molto più profonda molto più intensa, molto più “vittoria” insomma.

Abbandonarsi a ciò che esiste significa dire si alla vita e la vita in risposta comincerà a dire si a voi, a lavorare per voi e non contro di voi.

Un altro ostacolo al meccanismo dell’accettazione è anche un pensiero subdolo ed inconscio “ io accetterei ciò che mi sta accadendo ma gli altri cosa penseranno? Che sono stato sconfitto, che sono un debole, un perdente” e questo non ci piace a affatto.
Le opinioni altrui e il loro giudizio su di noi interessano a tutti, sopratutto a tutti coloro che dicono di non esserne interessati.
Il bambino che è in noi cerca ancora oggi l’approvazione degli altri e solo una profonda consapevolezza frutto di una costante meditazione, smonta questo perverso meccanismo mentale..

Sperimentate tutto questo cominciando dalle piccole cose, dalle piccole discussioni con il vostro partner, con un vostro collega , con un figlio, cominciate ad accettare quanto accade anche e sopratutto se non vi piace e come risultato immediato, inizierete a provare una profonda sensazione di libertà, di leggerezza, come colui che in mare smette di nuotare controcorrente e si lascia trascinare finalmente libero dalla paura.

Accettare non è debolezza, non è pericolo, ma il frutto dell’azione di una grande forza spirituale interiore che vi guida al di là del vostro stesso pensiero.

Ciò che gli altri pensano non è un vostro problema ma un loro problema, non lo scordate mai.

Eckart Tolle scrive nel Potere di Adesso “Qualunque cosa comporti il momento presente, dovete accettarlo come se lo aveste scelto voi. Dovete sempre operare con il momento presente non contro di esso. Fatene il vostro amico e alleato e così trasformerete l’intera vostra vita”

Lo so, è difficile, ma essere felici è difficile, e l’unica alternativa che avete, è essere infelici. A voi la scelta.

Può interessarti anche Il momento presente, Malattia Paura e Sofferenza, Perchè non guarisci, Il Libro del Canto del Cuore

E’ disponibile la nuova edizione del libro “Il Canto del Cuore”. La potete trovare in qualunque libreria (se non già presente ordinandola al negoziante), o cliccando su questi link : L’età dell’Acquario, Amazon,  Giardino dei Libri , IBS Macrolibrarsi e  su tutti i più noti Store internet.

Se ti è piaciuto questo post, puoi condividerlo con i pulsanti qui sotto, grazie.

Total
361
Shares